">

Domenica di Pentecoste – A

Cristo Signore vittorioso, sedendo alla
destra di Dio Padre dopo il trionfo sul
diavolo, oggi ha distribuito in dono ai
discepoli non talenti d’oro, non argento,
ma i doni celesti dello Spirito Santo.
S. Massimo di Torino, Sermone 56, 3

PRIMA LETTURA
Tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare.
At 2,1-11

SALMO RESPONSORIALE
Sal 103

SECONDA LETTURA
Noi tutti siamo stati battezzati mediante un solo Spirito in un solo corpo.
1Cor 12,3b-7.12-13

SEQUENZA
Leggi

CANTO AL VANGELO
Leggi

VANGELO
Come il Padre ha mandato me anch’io mando voi.
Gv 20,19-23

PREGHIERA DEI FEDELI
Leggi

PERCORSO ESEGETICO

La Resurrezione del Signore Gesù è l’inizio
della vita che egli dona ai suoi discepoli
perché diventino primizia e fermento
della nuova creazione.

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 3, 1-15
Non ti meravigliare se t’ho detto: dovete rinascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito. (vv. 7-8)

DAL VANGELO SECONDO MARCO, CAP. 16, 15-20
Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. (v. 15b)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI ROMANI, CAP. 6, 17-7, 6
Ora però siamo stati liberati dalla legge … per servire nel regime nuovo dello Spirito e non nel regime vecchio della lettera. (v. 6)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI CORINZI, CAP. 5, 1-8
Togliete via il lievito vecchio, per essere pasta nuova, poiché siete azzimi. E infatti Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato! (v. 7)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI CORINZI, CAP. 15, 1-28
Tutti riceveranno la vita in Cristo. Ciascuno però nel suo ordine: prima Cristo, che è la primizia; poi, alla sua venuta, quelli che sono di Cristo. (vv. 22b-23)

DALLA SECONDA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI CORINZI, CAP. 5, 14-21
Se uno è in Cristo, è una creatura nuova; le cose vecchie sono passate, ecco ne sono nate di nuove. (v. 17b)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI FILIPPESI, CAP. 3, 7-16
Dimentico del passato e proteso verso il futuro, corro verso la mèta per arrivare al premio che Dio ci chiama a ricevere lassù, in Cristo Gesù. (vv. 13b-14)

DALLA SECONDA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AITESSALONICESI, CAP. 2, 13-17
Dio vi ha scelti come primizia per la salvezza, attraverso l’opera santificatrice dello Spirito e la fede nella verità. (v. 13b)

DAL LIBRO DELL’APOCALISSE, CAP. 14, 1-5
Essi sono stati redenti tra gli uomini come primizie per Dio e per l’Agnello. (v. 4b)

DAL LIBRO DELL’APOCALISSE, CAP. 21
E Colui che sedeva sul trono disse: “Ecco, io faccio nuove tutte le cose”. (v. 5a)

COMMENTO PATRISTICO

S. AGOSTINO
Dal Discorso 267, 1-3

Celebriamo oggi la discesa dello Spirito Santo. Il Signore infatti inviò dal cielo lo Spirito Santo che aveva promesso quando era sulla terra. Aveva promesso che l’avrebbe inviato dal cielo a queste condizioni: Non può venire lui, finché io non me ne sarò andato; quando me ne sarò andato lo manderò a voi (Gv 16, 7). Perciò patì, morì, risuscitò, ascese al cielo: non rimaneva che mantenere la promessa. I suoi discepoli stavano aspettando [l’adempimento della promessa] ed erano – così sta scritto – centoventi persone.

Un numero dieci volte superiore a quello degli Apostoli; Cristo infatti scelse dodici Apostoli ma inviò lo Spirito su centoventi persone. Costoro, che aspettavano l’adempimento della promessa di Cristo, erano riuniti in una stessa casa e pregavano; perché desideravano tutti con identica fede quanto chiedevano con identica preghiera, quanto aspettavano con identico desiderio spirituale. Erano otri nuovi, aspettavano il vino nuovo dal cielo e questo venne; già infatti il grande grappolo d’uva era stato pigiato e glorificato. Leggiamo difatti nel Vangelo: Non era stato dato ancora lo Spirito perché Cristo non era stato ancora glorificato (Gv 7, 39).

Avete già udito che fu risposto all’aspettativa con un grande miracolo. Tutti i presenti conoscevano ognuno la propria lingua. Venne lo Spirito Santo; essi furono ripieni di lui e cominciarono a parlare nelle diverse lingue di ogni popolo, che non conoscevano né avevano imparato; gliele insegnava colui che era venuto. Entrò, furono ripieni, si effuse su di essi. E allora il parlare lingue diverse era un segno [della sua presenza]; chiunque riceveva lo Spirito Santo, appena era pieno dello Spirito, cominciava a parlare nelle lingue di tutti, e non soltanto quei centoventi.

La stessa Scrittura ci dice che quegli uomini dopo aver creduto furono battezzati, ricevettero lo Spirito Santo, parlarono nelle lingue di tutti i popoli presenti.

I presenti si stupirono: alcuni erano meravigliati, altri li deridevano così che dicevano: Costoro son ubriachi e pieni di mosto. Si beffavano di loro; ma dicevano qualcosa di vero. Infatti erano otri riempiti di vino nuovo. Avete ascoltato la lettura del Vangelo: Nessuno mette vino nuovo in otri vecchi (Mt 9, 17); l’uomo carnale non può comprendere le cose spirituali. Il vivere secondo la carne è vecchiezza, la grazia è novità. Quanto più l’uomo si sarà rinnovato in meglio, tanto più profondamente comprenderà tutto ciò che è verità. II vino nuovo era in ebollizione e dal vino in ebollizione sgorgavano le diverse lingue dei popoli.

Oggi, fratelli, forse non vien dato più lo Spirito Santo? Chiunque crede ciò non è degno di riceverlo.

Viene dato certo anche oggi. Perché allora nessuno parla nelle lingue di tutti popoli, come in quei tempi parlava chi veniva riempito di Spirito Santo?

Perché? Perché si è già compiuto ciò che simboleggiava quel miracolo. Che cosa simboleggiava? Nella festa dell’Ascensione – ricordate? – abbiamo detto che il Signore Gesù affidò la sua Chiesa in custodia [agli Apostoli] e poi ascese al cielo. I discepoli gli chiedevano: Quando verrà la fine del mondo? E lui: Non sta a voi conoscere i tempi o i momenti che il Padre ha riservato in suo potere (At 1, 7). E poi prometteva ciò che oggi si è compiuto: “Riceverete la forza dello Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, e la Samaria; fino all’estremità della terra”. Tutta la Chiesa allora era riunita in un’unica casa e ricevette lo Spirito Santo in pochi uomini, ma era nelle lingue di tutto il mondo. Prefigurava l’estensione che avrebbe poi avuto. Il fatto che quella piccola Chiesa parlava nelle lingue di tutti i popoli che cosa prefigurava se non la realtà di oggi: che questa grande Chiesa estesa da oriente ad occidente parla nelle lingue di tutti i popoli? Ora si sta avverando la promessa di allora.

Abbiamo ascoltato, ora possiamo controllare. Ascolta, figlia, e osserva (Sal 45, 11). A questa stessa regina, [alla Chiesa], è stato detto: Ascolta, figlia, e osserva; ascolta la promessa, osserva la sua realizzazione. Non ti ha ingannata il tuo Dio, non ti ha ingannata il tuo sposo, non ti ha ingannata colui che con il proprio sangue ti ha procurato la dote, non ti ha ingannata colui che ti ha fatta da brutta bella, da immonda vergine. A te stessa è stata fatta la promessa che riguardava il tuo futuro: ma la promessa che ti è stata fatta allora quando comprendevi poche persone si è realizzata ora che comprendi molte persone.

Vedi

Download diretto

File Dimensione del file
pdf R_PENTECOSTE_A_2020 282 KB

Vedi anche

5.a Domenica del T.O. – B

L'infermità non resiste davanti all'autore
della salvezza. Non c'è accesso per la
morte là dove è entrato colui che dà la vita.
S. Pier Crisologo, Omelia 18, 3

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione o per permettere la condivisione sui Social Network (cookie di terze parti); alcuni partner ci offrono servizi per i quali vengono installati i loro cookie statistici e di marketing. Possiamo utilizzare i cookie tecnici senza alcun consenso da parte tua, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Approfondisci leggendo la COOCKIE POLICY.