Presentazione di Bianchi-Spina, Sorriso e nascondimento

«Madre Teresa del Bambino Gesù è una di quelle persone di cui scorgi prima sorriso e silenzio; conoscendola comprendi la spiritualità; col tempo capisci il nascondimento e ti chiedi come abbia affrontato quel particolare percorso di vita monastica: irto, arduo, con ripiegamenti personali, agile con la preghiera, inaccessibile ai superbi e ai distratti».

Con questa sintesi gli autori del libro Sorriso e nascondimento. Antitesi per trovare Dio. Madre Teresa Maria del Bambino Gesù monaca cistercense, presentano ai lettori la traiettoria esistenziale di una donna dalla personalità nascosta che via via si ergerà per luce spirituale vissuta confermando la bellezza della vita monastica.

L’impresa narrativa ripercorre gli intrecci personali, sociali e religiosi, fin dalle origini, in un contesto di provincia ricco di storia, Maerne. Come in un affresco si colgono la singolare storia della sua nascita (1938), l’unità con la famiglia, la prodigiosa chiamata vocazionale fino al complesso percorso che la porterà ad abbracciare la vita religiosa.

Sarà il monastero di San Giacomo di Veglia a favorire la trasformazione della sua indole incline al mondo in virtù e obbedienza, umana e spirituale, accompagnandola fino alla conclusione della sua parabola terrena (2018).

Le descrizioni di alcuni momenti della vita quotidiana del monastero inducono il lettore alla comprensione dei princìpi del monachesimo centrati sulla ricerca e l’adesione alla verità di Gesù: primo tra tutti quello della semplicità, con l’ardua salita della scala dell’umiltà, proposta da san Benedetto, e la faticosa discesa di quella relativa alla superbia, suggerita da san Bernardo.

Il resoconto non nasce da congetture né da ipotesi bensì da meticolosa analisi di documenti, interviste a testimoni credibili e ricordi personali degli autori con sr. Teresa.

Conferme e particolari inediti sono emersi dalle sue agende, nove, fitte di appunti ben organizzati, raccolti durante i periodici esercizi spirituali nonché corsi di formazione e conferenze svolti in ossequio alla “formazione permanente” a cui si affianca la parola della Madre Abbadessa.

La finestra sulla sua spiritualità è stata aperta studiando i suoi undici Quaderni, note giornaliere, dense di intimità, slancio per l’armonia con le amate novizie e consorelle e preghiera.

«Questa accurata biografia, scrive l’Abbadessa Madre Aline, ha saputo cogliere i tratti umani e spirituali trasmettendo la bellezza della nostra vita religiosa e del nostro Ordine i cui princìpi e fondamenti, sconosciuti ai più, sono proposti in modo fruibile».

Il libro riserva al lettore un episodio singolare, oltre la vita di sr. Teresa. Giunta alla luce di Dio, davanti alla sua tomba fu acceso un lumino a batteria esauribile in sessanta giorni ed oggi, dopo più di due anni, misteriosamente ancora acceso. Quella lucina diventa ora luce e simbolo di vita eterna consegnandoci un messaggio di speranza, di vicinanza, di spinta e di incoraggiamento a procedere per donarci gratuitamente al prossimo e per la gloria di Dio. È lei la grazia e il dono ricevuto e rinnovato dalla misteriosa lucina. A noi la responsabilità di coglierne il segno.

Antonella Bianchi

GLI AUTORI 

Antonella Bianchi

È sociologa. Già pubblicista, è esperta di organizzazione e formazione per il settore del turismo.
È coautrice di: Marginalità e lotte dei marginali, 1979;
I bassi a Napoli, 1978;
Bartolo Longo, un manager tra organizzazione e santità, 2007;
Giuseppe Maria Busato, missionario e monaco tra comunicazione e carità, 2014;
Giuseppe Maria Busato e la Fondazione Padre Pio, 2016.

 

Claudio Spina

È sociologo. Studia l’aspetto organizzativo e imprenditoriale dei santi sociali-fondatori.
È coautore di Bartolo Longo, un manager tra organizzazione e santità, 2007;
Giuseppe Maria Busato, missionario e monaco tra comunicazione e carità, 2014;
Giuseppe Maria Busato e la Fondazione Padre Pio, 2016 (con Antonella Bianchi).
Conoscere amare e servire Dio, Gerardo Maiella un santo per schemi e immagini, 2012;
San Gerardo Maiella. Un testimone credibile dell’amore di Dio, 2015;
DVD Pellegrini al Santuario di San Gerardo Maiella, 2016 (con Pasquale Mocerino).
Santa Caterina da Napoli. La signora del Sacro Cuore, 2016 (con Elena Santoro).
Scalare un’anima. Maria Rosaria Saccol, 2018 (con Giuseppe Busato).
Antonio Anastasio Rossi, un prete in prima linea nel sociale, 2020 (con Innocente Garlaschi).
Scrive testi teatrali e musicali.

Download diretto

File Dimensione del file
pdf Recensione-Bianchi 701 KB

Vedi anche

Presentazione di Adrienne von Speyr. Una donna nel cuore del Ventesimo secolo

Autore: Jacques Servais (a cura di) Pagine: 180 Formato: 15,5×24 ISBN: 9788868798888 Editore: Cantagalli Categoria: …

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione o per permettere la condivisione sui Social Network (cookie di terze parti); alcuni partner ci offrono servizi per i quali vengono installati i loro cookie statistici e di marketing. Possiamo utilizzare i cookie tecnici senza alcun consenso da parte tua, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Approfondisci leggendo la COOCKIE POLICY.