">

6.a Domenica di Pasqua – A

È l’amore che distingue i santi dal mondo,
e unanimi li fa abitare in quella casa
dove fissano la loro dimora il Padre e il
Figlio, che effondono il loro amore su coloro
ai quali alla fine si manifesteranno.
S. Agostino, Trat. su Giov. 76, 2

PRIMA LETTURA
Imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo.
At 8,5-8.14-17

SALMO RESPONSORIALE
Sal 65

SECONDA LETTURA
Messo a morte nella carne, ma reso vivo nello spirito.
1Pt 3,15-18

CANTO AL VANGELO
(Gv 14,23)

VANGELO
Pregherò il Padre e vi darà un altro Paràclito.
Gv 14,15-21

PREGHIERA DEI FEDELI
Leggi

PERCORSO ESEGETICO

Noi rispondiamo all’amore con il quale Gesù ci ama
custodendo con impegno gioioso
i suoi comandi e le sue leggi.

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 15, 1-17
Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore. (v. 10a)

DAL VANGELO SECONDO LUCA, CAP. 8, 11-15
Il seme caduto sulla terra buona sono coloro che, dopo aver ascoltato la parola con cuore buono e perfetto, la custodiscono e producono frutto con la loro perseveranza. (v. 15)

DAL VANGELO SECONDO LUCA, CAP. 10, 38-42
Maria … sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola. (v. 39b)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. GIOVANNI APOSTOLO, CAP. 2, 3-11
Chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto. (v. 5a)

DAL LIBRO DELL’APOCALISSE, CAP. 22
Ecco, io verrò presto. Beato chi custodisce le parole profetiche di questo libro. (v. 7)

SALMO 119 (118), VV. 1-16
Tu hai dato i tuoi precetti perché siano osservati fedelmente. Nel seguire i tuoi ordini è la mia gioia. (vv. 4. 14a)

DAL LIBRO DEI PROVERBI, CAP. 2
Figlio mio, se tu accoglierai le mie parole e custodirai in te i miei precetti … la sapienza entrerà nel tuo cuore e la scienza delizierà il tuo animo. (vv. 1. 10)

DAL LIBRO DELLA SAPIENZA, CAP. 6, 10-21
L’amore è osservanza delle sue [di Dio] leggi. (v. 18a)

DAL LIBRO DEL PROFETA GEREMIA, CAP. 15, 10-21
Quando le tue parole mi vennero incontro, le divorai con avidità; la tua parola fu la gioia e la letizia del mio cuore, perché io portavo il tuo nome, Signore. (v. 16)

DAL LIBRO DEL DEUTERONOMIO, CAP. 6, 1-13
Questi precetti che oggi ti do, ti stiano fissi nel cuore. (v. 6)

COMMENTO PATRISTICO

S. CIRILLO DI ALESSANDRIA
Dal Commento al vangelo di Giovanni, IX, 14, 18-19

L’Unigenito, dimostrando che lo Spirito non è estraneo alla sua natura, dopo aver detto che il Padre avrebbe mandato ai santi il Paraclito, promette di ritornare e di far loro da padre affinché non rimangano, come orfani, privati della protezione del tutore, e non siano esposti all’inganno del diavolo e agli scandali del mondo, che sono molti, e necessariamente vengono, a causa del furore sfrenato degli assalitori.

Il Padre, perciò, ci diede come scudo e infrangibile difesa lo Spirito di Cristo, che ci riempie della grazia, della presenza e della potenza di lui. Non è possibile, infatti, che l’anima dell’uomo faccia qualche cosa buona o vinca le sue passioni o sfugga ai tremendi lacci del diavolo se non è difesa dalla grazia dello Spirito Santo ed abbia, perciò, in se stessa, lo stesso Cristo.

Per questo motivo, il divino Salmista, componendo inni di ringraziamento, con la sapienza che gli è insita, gridava a Dio: O Signore, ci hai circondati come di uno scudo di grazia (Sal 5, 13), chiamando scudo di grazia null’altro che lo Spirito Santo che ci protegge e ci rafforza, con la sua incredibile potenza, a volere ciò che piace a Dio.

Dunque, egli promette che sarà presente e aiuterà quelli che credono in lui, sebbene, dopo la risurrezione dai morti, salga nei cieli, per apparire ora per noi al cospetto di Dio, secondo le parole di Paolo.

Ancora un po’ e il mondo non mi vedrà più: voi, invece, mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete.

Incalzando ormai la passione alle porte, e facendosi vicino il tempo dell’ascensione, dice che egli non sarà più visto dal mondo, cioè da quelli che antepongono ai beni divini e celesti quelli temporanei e terreni. E noi, riallacciandoci a ciò che è stato detto prima, come ad un contesto affine, diremo ragionevolmente che Dio Padre ha dato, per mezzo del Figlio, il Paraclito, cioè lo Spirito Santo. Tutto, infatti, è dato dal Padre per mezzo di lui.

Egli, tuttavia, è venuto fra noi, non indifferentemente tra i buoni e i cattivi, ma fra quelli ai quali conveniva che egli andasse.

Quanto alla grazia ricchissima e abbondantissima di colui che la dava, nessun uomo rimase privo di quella: Io – dice nei profeti – riverserò il mio spirito su ogni carne (Gl 3, 1). Ciascuno, tuttavia, diviene causa per se stesso di fruire il bene dato da Dio o di esserne del tutto privo. Tutti quelli che non vogliono purificare la propria anima con ogni genere di virtù, ma si voltolano nei mali del mondo, rimarranno privi della grazia divina, non vedranno Cristo in se stessi, giacché hanno il loro cuore privato dello Spirito.

Perciò, a guisa di orfani, per così dire, sono turbati dalla forza soverchiante, dalla passione, dal demonio o da un’altra qualsiasi cupidigia mondana o da qualsiasi altra cosa che li trascina e li porta, con la forza, al peccato.

Ma ai santi e a quelli che erano pronti ad accoglierlo diceva, giacché non avrebbero subito nulla di ciò: Non vi lascerò orfani; ritornerò da voi. Pertanto, dice che non sarà toccato né visto da quelli che assaporano le cose del mondo, dopo che sarà andato via di qui, cioè dopo che sarà tornato nei cieli.

Dice, invece, che i santi lo troveranno visibile, giacché lo Spirito Santo infonde negli occhi del loro cuore un certo splendore divino e intelligibile, e semina in essi ogni buona conoscenza.

Vedi

Download diretto

File Dimensione del file
pdf 6.A DOMENICA DI PASQUA 2020 278 KB

Vedi anche

5.a Domenica del T.O. – B

L'infermità non resiste davanti all'autore
della salvezza. Non c'è accesso per la
morte là dove è entrato colui che dà la vita.
S. Pier Crisologo, Omelia 18, 3

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione o per permettere la condivisione sui Social Network (cookie di terze parti); alcuni partner ci offrono servizi per i quali vengono installati i loro cookie statistici e di marketing. Possiamo utilizzare i cookie tecnici senza alcun consenso da parte tua, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Approfondisci leggendo la COOCKIE POLICY.