">

5.a Domenica di Pasqua – A

Cristo è via che conduce, verità che
conforta, vita che si dona.
S. Ambrogio, De bono mortis, 12, 54

PRIMA LETTURA
Scelsero sette uomini pieni di Spirito Santo.
At 6,1-7

SALMO RESPONSORIALE
Sal 32

SECONDA LETTURA
Voi siete stirpe eletta, sacerdozio regale.
1Pt 2,4-9

CANTO AL VANGELO
(Gv 14,6)

VANGELO
Io sono la via, la verità e la vita.
Gv 14,1-12

PREGHIERA DEI FEDELI
Leggi

PERCORSO ESEGETICO

Affidare la vita a Gesù,
figlio di Dio e Signore della Chiesa,
vince il turbamento del cuore.
La fede in Cristo infatti
è la vittoria che ha sconfitto il mondo.

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 14, 15-31
Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi. Non sia turbato il vostro cuore e non abbia timore. (v. 27)

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 15, 18-16, 33
Vi ho detto queste cose perché abbiate pace in me. Voi avrete tribolazione nel mondo, ma abbiate fiducia; io ho vinto il mondo! (v. 16, 33)

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 20, 19-31
Venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: “Pace a voi!”. (v. 19b)

DAL VANGELO SECONDO MATTEO, CAP. 8, 23-27
Ed egli [Gesù] disse loro: “Perché avete paura, uomini di poca fede?”. Quindi levatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia. (v. 26)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI FILIPPESI, CAP. 4, 4-9
Non angustiatevi per nulla, ma in ogni necessità esponete a Dio le vostre richieste … e la pace di Dio, che sorpassa ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù. (vv. 6a. 7)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI COLOSSESI, CAP. 3, 1-17
La pace di Cristo regni nei vostri cuori. (v. 15a)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. GIOVANNI APOSTOLO, CAP. 4, 7-5, 13
Tutto ciò che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra fede. (v. 4)

SALMO 27 (26)
Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò paura? Il Signore è difesa della mia vita, di chi avrò timore? (v. 1)

DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA, CAP. 9, 1-6
Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace; grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine. (vv. 5b-6a)

DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA, CAP. 26, 1-27, 13
Il suo animo è saldo; tu gli assicurerai la pace, pace perché in te ha fiducia. (v. 3)

COMMENTO PATRISTICO

S. AGOSTINO
Dai Trattati su Giovanni, 67, 1-3

Il Signore Gesù dice: Non si turbi il vostro cuore: credete in Dio, e credete in me. Affinché, come uomini, non dovessero temere la morte, turbandosi per lui, li consola affermando che anche lui è Dio. Credete in Dio – dice – e credete in me. Se credete in Dio, è logico che crediate anche in me; il che non sarebbe logico se Cristo non fosse Dio. Credete in Dio, e credete in colui che per natura, non per usurpazione è alla pari con Dio, e che annientò se stesso prendendo forma di servo, tuttavia senza perdere la forma di Dio. Voi paventate la morte per questa forma di servo: non si turbi il vostro cuore, perché la forma di Dio la risusciterà.

Ma che vuol dire ciò che segue: Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore? Proprio perché i discepoli temevano anche per se stessi, era necessario che il Signore dicesse loro: Non si turbi il vostro cuore. E chi di loro poteva essere senza timore dopo che Signore aveva detto a Pietro, il più fiducioso e il meglio disposto tra loro: Non canterà il gallo prima che tu non m’abbia rinnegato tre volte (Gv 13, 38)? C’era di che esser turbati, come se dovesse loro toccare in sorte di doversi separare da lui. Ma sentendosi dire: Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore: se così non fosse, ve l’avrei detto poiché vado a prepararvi un posto, si riprendono dal loro turbamento, sicuri e fiduciosi che al di là dei pericoli della prova rimarranno presso Dio, con Cristo. Uno potrà essere più forte di un altro, più sapiente, più giusto, più santo, ma nella casa del Padre vi sono molte dimore; nessuno verrà escluso da quella casa dove ciascuno riceverà la sua dimora secondo il merito. Il denaro che per ordine del padre di famiglia viene dato a quanti hanno lavorato nella vigna senza distinzione tra chi ha faticato di più e chi di meno, è uguale per tutti; e questo denaro significa la vita eterna dove nessuno vivrà più di un altro, perché nell’eternità non vi può essere una diversa durata della vita; e le diverse mansioni rappresentano i diversi gradi di meriti che esistono nell’unica vita eterna. Altro è lo splendore del sole, altro lo splendore della luna, altro lo splendore delle stelle; se perfino stella da stella differisce in splendore; così è per la risurrezione dei morti. Come le stelle in cielo, i santi hanno dimore diverse così come diverso è il loro splendore; ma in grazia dell’unico denaro nessuno viene escluso dal regno. E così Dio sarà tutto in tutti, perché, essendo Dio carità, per effetto di questa carità ciò che ognuno possiede diventa comune a tutti. In questo modo, infatti, quando uno ama, possiede nell’altro ciò che egli non ha. La diversità dello splendore non susciterà invidia perché regnerà in tutti l’unità della carità.

… Egli dice: Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Non è forse questa l’abitazione che noi abbiamo da Dio, la dimora non costruita da mano d’uomo, ma eterna nel cielo? Non è questa la casa di cui cantiamo, rivolti al Signore: Beati quelli che abitano nella tua casa; nei secoli dei secoli ti loderanno (Sal 83,5)?

Vedi

Download diretto

File Dimensione del file
pdf R_5_PASQUA_A_2020 251 KB

Vedi anche

6.a Domenica del T.O. – B

Come hai purificato il lebbroso dalla sua
infermità, o Onnipotente, così guarisci il
male delle nostre anime, tu che sei misericordioso,
per intercessione della Madre
di Dio, o medico delle nostre anime, Amico
degli uomini e salvatore immune da peccato.
Romano il Melode, Inni, 23, Proemio

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione o per permettere la condivisione sui Social Network (cookie di terze parti); alcuni partner ci offrono servizi per i quali vengono installati i loro cookie statistici e di marketing. Possiamo utilizzare i cookie tecnici senza alcun consenso da parte tua, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Approfondisci leggendo la COOCKIE POLICY.