">

16.a Domenica del T.O. – A

Chi è buon grano, continui ad esserlo fino
al giorno del raccolto; coloro che sono
zizzania si cambino in buon grano.
S. Agostino, Discorso 73/A, 1

PRIMA LETTURA
Dopo i peccati, tu concedi il pentimento.
Sap 12,13.16-19

SALMO RESPONSORIALE
Sal 85

SECONDA LETTURA
Lo Spirito intercede con gemiti inesprimibili.
Rm 8,26-27

CANTO AL VANGELO
(Mt 11,25)

VANGELO
Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura.
Mt 13,24-43

PREGHIERA DEI FEDELI
Leggi

PERCORSO ESEGETICO

Nella Chiesa pellegrina sulla terra Dio consente che,
sopra il buon seme della Parola divina, che genera l’unità,
venga seminato il cattivo seme della menzogna,
che genera la divisione e la discordia.
Questo serve a purificare la fede dei credenti
per renderli sempre più luminosi per il regno dei cieli.

DAL VANGELO SECONDO GIOVANNI, CAP. 8, 31-47
Perché non comprendete il mio linguaggio? Perché non potete dare ascolto alle mie parole, voi che avete per padre il diavolo, e volete compiere i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin da principio e non ha perseverato nella verità, perché non vi è verità in lui. Quando dice il falso, parla del suo, perché è menzognero e padre della menzogna. (vv. 43-44)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI CORINZI, CAP. 1, 10-2, 16
Vi esorto pertanto, fratelli, per il nome del Signore nostro Gesù Cristo, ad essere tutti unanimi nel parlare, perché non vi siano divisioni tra voi, ma siate in perfetta unione di pensiero e d’intenti. (v. 10)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI CORINZI, CAP. 11, 17-34
È necessario infatti che avvengano divisioni tra voi, perché si manifestino quelli che sono i veri credenti in mezzo a voi. (v. 19)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AGLI EFESINI, CAP. 4, 1-16
È lui che ha stabilito alcuni come apostoli, altri come profeti, altri come evangelisti … finché arriviamo tutti all’unità della fede. (vv. 11a. 13a)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI FILIPPESI, CAP. 1, 27-30
Nel caso che io venga e vi veda o che di lontano senta parlare di voi, sappia che state saldi in un solo spirito e che combattete unanimi per la fede del vangelo, senza lasciarvi intimidire in nulla dagli avversari. Questo è per loro un presagio di perdizione, per voi invece di salvezza, e ciò da parte di Dio. (vv. 27b-28)

DALLA LETTERA DI S. PAOLO APOSTOLO AI FILIPPESI, CAP. 2, 12-17
Siate irreprensibili e semplici, figli di Dio immacolati in mezzo a una generazione perversa e degenere, nella quale dovete splendere come astri nel mondo, tenendo alta la parola di vita. (vv. 15-16a)

DALLA PRIMA LETTERA DI S. PIETRO APOSTOLO, CAP. 1, 1-9
Siete ricolmi di gioia, anche se ora dovete essere un po’ afflitti da varie prove, perché il valore della vostra fede, molto più preziosa dell’oro, che, pur destinato a perire, tuttavia si prova col fuoco, torni a vostra lode, gloria e onore nella manifestazione di Gesù Cristo. (vv. 6-7)

COMMENTO PATRISTICO

S. AGOSTINO
Dal Discorso 73/a, 1-2

Considerate che cosa dobbiamo scegliere di essere nel suo campo: considerate come ci troverà il giorno del raccolto. In effetti il campo, che è il mondo, è la Chiesa sparsa per il mondo. Chi è buon grano, continui ad esserlo fino al giorno del raccolto; coloro che sono zizzania, si cambino in buon grano. Ora, tra gli uomini e le vere spighe di zizzania corre questa differenza: quanto alle cose ch’erano nel campo la spiga rimane spiga, la zizzania rimane zizzania; al contrario nel campo del Signore, cioè nella Chiesa, chi era frumento si cambia talora in zizzania, e quelli ch’erano zizzania si cambiano talora in frumento poiché nessuno sa cosa avverrà domani.

Ecco perché agli operai che s’erano irritati col padre di famiglia quando volevano andare ad estirpare la zizzania ciò non fu permesso; poiché essi volevano sradicare la zizzania, non fu loro permesso di separarla. Fecero ciò a cui erano adatti ma riservarono la separazione della zizzania agli angeli. In verità però essi non volevano riservare agli angeli la separazione della zizzania; ma il padre di famiglia, che conosceva tutti, e sapeva che si doveva rimandare la separazione, ordinò loro di tollerare la zizzania, non di separarla.

Avendo essi detto: Vuoi che andiamo a strapparla via? No – rispose – per non correre il rischio di sradicare anche il frumento; mentre volete strappare via la zizzania. Allora, o Signore, sarà insieme con noi nel granaio la zizzania? Nel giorno del raccolto dirò ai mietitori: Raccogliete prima la zizzania e legatela in piccoli fasci per bruciarla; tollerate nel campo quel che non avrete con voi nel granaio.

Ascoltate, carissimi, voi che siete buon grano di Cristo, carissime spighe di Cristo; ascoltate, carissimi, voi che siete frumento di Cristo: fate attenzione a voi stessi, considerate i vostri intimi sentimenti, esaminate la vostra fede e la vostra carità, svegliate la vostra coscienza, e se troverete di essere frumento vi venga in mente: Chi avrà perseverato fino alla fine, questo sarà salvo (Mt 10, 22).

Chi però, dopo aver esaminato la propria coscienza, si troverà tra quelli che sono zizzania, non deve esitare a cambiare vita. Ancora non c’è il comando che il grano è falciato, ancora non c’è il raccolto. Non essere oggi quello che sei stato ieri, ma neppure devi essere domani come sei oggi. Che ti giova dire che una buona volta ti cambierai? Dio ti ha promesso il perdono dopo che ti sarai mutato, non ti ha promesso il domani. Quale sarà lo stato in cui uscirai dal corpo, tale arriverai al giorno del raccolto. …

È quaggiù, nel campo, che si diventa o da zizzania buon grano o da buon grano zizzania; quaggiù questo è possibile, altrove invece, vale a dire dopo questa vita, è tempo di ricevere ciò che si è fatto, non già di fare ciò che uno non ha fatto.

Vedi

Download diretto

File Dimensione del file
pdf R_16_TO_A_2020 0 B

Vedi anche

5.a Domenica del T.O. – B

L'infermità non resiste davanti all'autore
della salvezza. Non c'è accesso per la
morte là dove è entrato colui che dà la vita.
S. Pier Crisologo, Omelia 18, 3

Su questo sito Web utilizziamo strumenti nostri o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione o per permettere la condivisione sui Social Network (cookie di terze parti); alcuni partner ci offrono servizi per i quali vengono installati i loro cookie statistici e di marketing. Possiamo utilizzare i cookie tecnici senza alcun consenso da parte tua, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuterai a offrirti una migliore esperienza di navigazione. Approfondisci leggendo la COOCKIE POLICY.